Best practice

A volte le cose diventano tanto più facili, quando si ricevono consigli lungo la strada. Noi di SoftLayer, una società IBM, lo sappiamo e vogliamo essere di aiuto. Abbiamo raccolto questo elenco di suggerimenti, per garantirvi una grande esperienza come clienti SoftLayer. Abbiamo diviso l'elenco in quattro categorie, ognuna contenente vari suggerimenti su cosa fare (o non fare) per fare in modo che i sistemi continuino a funzionare senza problemi e ottenere così il meglio di quanto possiamo offrire. Se sarete in grado di implementare queste procedure nella routine SoftLayer, è probabile che non dovrete mai dire, “Avrei sperato che me lo avessero detto.” Fate clic su ognuna delle seguenti categorie per ulteriori informazioni.

Tieni aggiornato il profilo della tua azienda

Il profilo dell'azienda contiene informazioni importanti che SoftLayer utilizza in caso sia necessario contattare il cliente.  Se il numero telefonico o l'indirizzo e-mail del contatto principale cambiano, potremmo non essere in grado di contattarti in relazione a problemi con l'account, ad esempio per problemi di fatturazione e denunce.  Tenere aggiornato il profilo dell'azienda significa che che non verranno mai perse comunicazioni importanti, provenienti da SoftLayer.

Aggiorna e verifica le informazioni per la fatturazione

Tutti i dettagli relativi alla fatturazione, dalle fatture alle informazioni per il pagamento, sono archiviati in modo sicuro nel Portale del cliente.  SoftLayer adotta la fatturazione automatica, quindi, sulla carta indicata nell'account verrà addebitato il pagamento nella stessa data/ora ogni mese. Se il metodo di pagamento viene cambiato o la carta viene annullata o scade, aggiornare le informazioni per il pagamento il prima possibile, onde evitare ritardi negli addebiti.

Non condividere le credenziali di accesso principali

Le credenziali di accesso principale del proprio account andrebbero condivise con cautela, anzi non andrebbero condivise affatto. L'accesso principale controlla ogni aspetto dell'account e dovrebbe essere protetto. Per consentire ad altri utenti l'utilizzo del Portale del cliente, consigliamo di configurare singoli utenti o utenti basati sulle autorizzazioni. In questo modo si avrà il massimo controllo su chi è in grado di interagire con determinati aspetti dell'account.

Stabilire account basati sul ruolo o specifici per un utente

Persone diverse all'interno di un'organizzazione hanno ruoli e responsabilità differenti e le serie di autorizzazioni per l'utente non sono appropriate per tutti. Per questo motivo, stabilire singoli account per ruoli o utenti garantirà che ogni persona o gruppo abbia accesso solo ad aspetti di sua competenza. Se sono state apportate modifiche errate o senza autorizzazione, sarà possibile risalire all'utente o al gruppo per accertarsi che sia stata ricevuta formazione appropriata o che possano essere aggiornate le autorizzazioni dell'utente. Questo consente di ridurre al minimo i rischi i vari modi e gli utenti potranno focalizzarsi sul proprio ruolo specifico all'interno del Portale del cliente.

Gestire le password in modo responsabile

Ad ogni elemento di software installato in un dispositivo viene assegnata una password, generata automaticamente dai nostri sistemi.  Le password del software per ogni dispositivo vengono memorizzate nella scheda Password della schermata Dettagli dispositivo nel Portale del cliente.  Consigliamo di modificare le password dopo il primo accesso al software.  Facoltativamente, le credenziali del software possono essere memorizzate nella scheda Password di ogni dispositivo; comunque, è necessario essere consapevoli che quando si memorizzano le password nel Portale, qualsiasi utente provvisto di accesso all'account e autorizzazioni appropriate potrà visualizzarle.

Proteggere il proprio sistema

I firewall sono un servizio aggiuntivo per qualsiasi dispositivo e devono essere configurati e abilitati manualmente per renderli efficaci. Le gestione delle porte consente di bloccare le porte superflue e disabilitare porte pubbliche per sistemi basati sulla rete privata, per poter controllare ulteriormente l'accessibilità dall'esterno ai propri sistemi. Effettuando scansioni regolari delle vulnerabilità nel Portale del cliente, si identificano eventuali rischi per la sicurezza fuori dell'ordinario o sconosciuti, così che si possa intervenire rapidamente.

Utilizzare la rete privata

La rete privata di SoftLayer consente di gestire i propri dispositivi nell'ambiente più sicuro possibile. Interagire, ove possibile, con i propri dispositivi utilizzando una connessione VPN e abilitare l'espansione della rete, in modo che i propri sistemi possano comunicare sulla rete privata. Per accedere alla rete privata, modificare l'accesso VPN dell'utente dall'Elenco utenti. Seguire le istruzioni sulla pagina Virtual Private Network, per connettersi a una delle varie opzioni VPN.

Salvaguardare i propri dati effettuando backup regolari

SoftLayer offre molteplici soluzioni di backup per garantire che i propri dati possano essere recuperati in caso di malfunzionamento di un'unità o di errore di un utente. Le soluzioni di backup attualmente includono NAS, EVault Backup e R1Soft CDP, tutte disponibili in varie opzioni di storage. Consultare la nostra pagina Storage per ulteriori informazioni su ogni soluzione di backup.

Non lasciare il firewall in modalità di evitamento

L'acquisto di un firewall è il primo passo perla protezione dei propri sistemi, ma acquistare semplicemente un firewall non significa garantirsi la protezione. Quando viene fornito, il firewall è in Modalità di evitamento e non è impostata alcuna regola. Per rendere il proprio firewall attivo e operativo, è necessario creare regole e attivare il firewall, in modo che possa iniziare a bloccare l'attività indesiderata. Se questo non viene fatto, sarà come avere un sistema di sicurezza che però non è stato mai acceso.

Non lasciare porte RDP, SSH o di controllo sulla rete pubblica

La rete pubblica è un ottimo mezzo sotto molti punti vista, ma esistono aspetti che, se messi a disposizione sulla rete pubblica tramite porte aperte, possono rendere vulnerabile il proprio sistema. È opportuno proteggersi disabilitando RDP o limitando SSH sulla rete pubblica.  Se è necessario che questi servizi siano disponibili sulla rete pubblica, prendere in considerazione lo spostamento di RDP o SSH a un numero di porta personalizzato.

Non presupporre di poter usufruire della ridondanza; accertarsi di poterlo fare

SoftLayer offre molteplici soluzioni aggiuntive per garantire la ridondanza, che includono doppio percorso, alimentatori ridondanti e configurazioni RAID. Verificare che siano state fornite una o più di queste funzioni, per essere certi di operare in un ambiente ridondante e di essere protetti in caso di malfunzionamento.

Non effettuare un ricaricamento del sistema operativo senza la conferma dell'esistenza di una copia di backup delle informazioni

I ricaricamenti del sistema operativo ripuliscono il disco fisso di un dispositivo, il che significa che le informazioni contenute nel disco fisso prima del ricaricamento del sistema operativo non saranno più presenti al completamento dell'operazione. Prima di iniziare il ricaricamento del sistema operativo, eseguire il backup delle proprie informazioni e verificarne l'esito positivo, in modo che le informazioni non vadano perse. Una volta completato il ricaricamento di un sistema operativo, le informazioni perse non potranno essere recuperate.

Monitorare il proprio ambiente

Un ambiente monitorato garantisce la capacità di controllare i dispositivi in qualsiasi momento e di ricevere notifica se uno dei dispositivi si disattiva. Consultare la sezione Configura un server bare metal per conoscere le opzioni di monitoraggio. Consigliamo di utilizzare il monitoraggio ping di base, come minimo, ma incoraggiamo la personalizzazione delle proprie opzioni di monitoraggio in modo che soddisfino al meglio le esigenze di business.

Tenersi informati sugli interventi di manutenzione della rete e su eventi non pianificati

Di tanto in tanto, è inevitabile che si verifichino eventi di manutenzione della rete programmati o di emergenza. SoftLayer dedica un sito Web alle notifiche di manutenzione e un account Twitter per informare gli utenti di tutti gli eventi di manutenzione programmati e di emergenza. Inoltre, è possibile registrarsi per ricevere notifiche e-mail dal nostro sistema di gestione eventi. Questo servizio gratuito invia automaticamente e-mail agli utenti registrati, in relazione ad eventi non pianificati che possono interessare i servizi.

Utilizzare SoftLayer Mobile

SoftLayer Mobile consente di gestire i dispositivi SoftLayer durante gli spostamenti, tramite il proprio dispositivo mobile iOS o Android. La funzionalità d cui è dotato SoftLayer Mobile include supporto per la creazione di ticket, controllo dei dispositivi di base e monitoraggio della larghezza di banda.

Leggere l'MSA (Master Service Agreement)

Il nostro MSA (Master Service Agreement) contiene tutti i dettagli importanti che sono stati accettati diventando un cliente SoftLayer. L'MSA è il nostro documento legale principale e sottolinea le responsabilità del nostro cliente e le nostre responsabilità come provider di servizi. Sono inclusi documenti quali TOS (Terms of Service o Condizioni del servizio), SLA (Service Level Agreement) e AUP (Acceptable Use Policy o Politica di utilizzo accettabile). Dedicando del tempo alla lettura dell'MSA, si avrà una concezione chiara di cosa aspettarsi nel corso di tutta la relazione con SoftLayer.

Non applicare filtri e non ignorare le e-mail inviate da SoftLayer

Filtrare o ignorare le e-mail di SoftLayer può comportare la perdita di informazioni importanti riguardanti il proprio account. Se si verifica un problema, in genere, verrà inviata notifica via e-mail, così l'utente avrà una registrazione degli eventi accaduti e di cosa, nell'eventualità, sia richiesto all'utente e della tempistica in cui l'azione è richiesta. Ignorando o filtrando le e-mail, è possibile che vadano perse queste importanti notifiche, ma l'utente avrà comunque la responsabilità di ottemperare a quanto richiesto. Assicurarsi di leggere qualsiasi e-mail inviata da SoftLayer, in modo da non perdere informazioni importanti.

La missione del nostro team del supporto è garantire che l'utente abbia il supporto necessario, esattamente quando è necessario; per questo motivo sono operativi 24/7/365. Ma, per garantire la migliore assistenza possibile, abbiamo bisogno di cooperazione.

Non creare più ticket per lo stesso problema

I ticket vengono assegnati e gestiti secondo una metodologia detta di “Pronto Soccorso”. Ciò significa che il nostro team del supporto elabora i ticket in coda sulla base della gravità del problema presentato. Piuttosto che creare più ticket per ogni dispositivo che presenti lo stesso problema (ad esempio un'interruzione), associare un massimo di cinque dispositivi nel proprio ticket, che potranno essere gestiti tutti contemporaneamente. In questo modo, viene anche garantito che siamo consapevoli di un problema diffuso nell'account e che lo stesso ingegnere del supporto risolverà il problema in tutte le ubicazioni.

Non rimuovere l'ASM (Adaptec Storage Manager)

L'ASM consente a SoftLayer di monitorare lo stato dell'array RAID. Se si elimina questo software, non sarà più possibile per noi monitorare il dispositivo. Se l'ASM viene rimosso dal dispositivo, non riceveremo avvisi per malfunzionamenti di RAID sul dispositivo dell'utente e non saremo in grado di notificare il malfunzionamento all'utente tramite il nostro sistema di notifica automatica.

chat

Info sul contatto

SUPPORTO
 
866.403.7638
 
VENDITE
 
866.398.7638
 
CONTI & FATTURE
 
214.442.0604